Home » RICERCA E HUMOR » Lillien Martin, una grande pioniera

Lillien Martin, una grande pioniera

Lillien Martin, una grande pioniera - RINO CERRITELLI

 

Le prospettive sperimentali

nel campo del comico  

a cura di Giovannantonio Forabosco

Nello stesso anno, il 1905, in cui usciva il libro di Freud, “Il motto di spirito e la sua relazione con l’inconscio”, Lillien Martin pubblicava sull’American Journal of Psychology un lungo articolo, tanto importante per la ricerca sullo humor quanto non altrettanto conosciuto al largo pubblico (“Experimental prospecting in the field of the comic”). Eppure i motivi di curiosità e interesse sono molteplici. Intanto il fatto che l’autrice fosse una donna in un tempo in cui di sicuro non abbondavano le Madam Curie che avevano l’opportunità di fare ricerca. E poi, soprattutto il fatto che l’umorismo (il comic nella sua scelta linguistica ) venisse sottoposto in modo sistematico a indagine sperimentale. Certo, a distanza di un secolo abbondante - con i progressi della psicologia e della tecnologia - alcuni esperimenti appaiono approssimativi e perfino ingenui. Ma in fondo anche il cannocchiale di Galilei oggi, ecc. Limiti disciplinari, metodologici e tecnici a parte, nell’articolo vengono descritte prove di “laboratorio” che proiettano lo studio dell’umorismo dalla mera speculazione alla scienza a pieno titolo. Che i “reagenti” (i soggetti sperimentali) fossero, per esempio nel primo studio, pochi e indicati per nome (Dr. Angeli, Miss Crandall, Mr Brquist and myself – “io stessa”) oggi può far sorridere.

Ma altri aspetti hanno anticipato molti sviluppi della ricerca successiva, per esempio la differenza nel giudizio di “divertimento” a seconda che una vignetta umoristica fosse preceduta da un disegno triste o buffo, o da una musica sacra o leggera. Ancora, vignette di maggiori dimensioni appaiono avere maggiori probabilità di risultare più divertenti. Per la prima volta viene anche accuratamente descritto il decrescere del divertimento per la ripetuta esposizione alla vignetta. Che una barzelletta già sentita non faccia ridere è un luogo comune. La ripetizione in realtà non azzera sempre e comunque il divertimento: le curve di estinzione seguono regole complesse e ancora oggi non del tutto note. Una rilevazione di grande significato è quella del fenomeno, anche questo comunemente noto ma non chiarito nelle sue complessità, della “fun fatigue” e “fun accumulation”: l’osservazione di base è che se si racconta un numero elevato di barzellette all’inizio di regola c’è un apprezzamento crescente (fun accumulation, il divertimento si accumula); da un certo punto in avanti l’apprezzamento decresce (fun fatigue, la fatica del divertimento): principi dalle pratiche e opportune applicazioni.

L’esperimento che personalmente mi affascina di più, come teorico della percezione d’incongruità quale nucleo cognitivo dell’umorismo, è quella dell’extended dog. Su un supporto di cartoncino è disegnato un cane la cui figura può essere allungata a piacimento (il corpo disegnato “scorre” come una linguetta in una fessura). L’osservazione empirica è che se il cane si allunga esageratamente i reagenti lo trovano buffo: la cosa rilevante però è che c’è un’estensione ottimale che fa apparire il cane più buffo. Al di sotto di tale estensione non risulta buffo, ma anche aumentando la lunghezza non si aggiunge divertimento. Il concetto di incongruità, come è teorizzato nella Humor Research, all’epoca non era stato ancora elaborato. Ma questo esperimento non solo la anticipa ma ne fornisce anche una superba definizione operazionale.

Giovannantonio Forabosco
commenti (0)

LIBRI

LIBRI - RINO CERRITELLI

"LA TERAPIA DELL'UMORISMO" di Rino Cerritelli (Ediz. Carocci, Roma Nov 2013) Tra i dieci libri per vivere meglio (consigliato da Panorama) "Un ottimo manuale da leggere tutto d'un fiato" (consigliato da Psicologicamente Ok)

LIBRI - RINO CERRITELLI

"UNA RISATA VI PROMUOVERA' " di Matteo Andreone e Rino Cerritelli (Ediz. Rizzoli Etas, Milano Sett 2012)

LIBRI - RINO CERRITELLI

"LEZIONI DI COMICITA'" di Matteo Andreone - Audino - Roma - 30 Ottobre 2013

LIBRI - RINO CERRITELLI

"MANUALE DI SCRITTURA COMICA" (step by step) di Gene Perret (autore),, Matteo Andreone (curatore), Rino Cerritelli (curatore) - Sagoma - Milano - 15 Febbraio 2015

LIBRI - RINO CERRITELLI

IL SETTIMO SENSO PSICOLOGIA DELL'UMORISMO di Giovannantonio Forabosco (Le Orme - Roma - Febbraio 2013)

LIBRI - RINO CERRITELLI

PENA DI MORTE FAI DA TE di Rino Cerritelli e Marco Posa - 42 vignette umoristiche per resistere alla legittima difesa (Amazon Media Eu S.à.r.l)