Home » RICERCA E HUMOR » È vecchia? Può ancora far ridere

È vecchia? Può ancora far ridere

È vecchia? Può ancora far ridere - RINO CERRITELLI

 

Una barzelletta vecchia può ancora far ridere?

Si, se c'è un'eccitazione sessuale...

inserto di Giovannantonio Forabosco
 

Poche verità sembrano ovvie e scontate come quella che una barzelletta già sentita non faccia più ridere. La ricerca mostra che invece la questione non è nè ovvia nè semplice e soprattutto è di grande interesse.

Jeffrey Goldstein si pose la domanda circa una quarantina di anni fa. A 44 studenti presentò otto vignette, con e senza contenuti sessuali. Veniva richiesto di valutare quanto risultassero divertenti su una scala di cinque punti, secondo una procedura tipica. La variazione consisteva nel fatto che le vignette venivano presentate ciascuna per quattro volte in momenti diversi e secondo un ordine casuale. Il risultato fu quello atteso, la ripetizione riduceva il divertimento dichiarato. L’andamento della riduzione era di tipo lineare, cioè più erano le ripetizioni meno divertimento veniva registrato. Tuttavia i risultati mostrarono che il divertimento non si azzerava e soprattutto che la sua riduzione era anche legata ad un altro fattore. Questo era rappresentato dalla condizione di “eccitazione” (arousal) che era stata indotta in metà degli studenti a cui era stato chiesto preliminarmente di valutare il valore estetico di foto di nudi femminili. Per questi soggetti  la riduzione di divertimento con le vignette a contenuto sessuale risultò minore. L’eccitazione (misurata con apposite domande) aveva un effetto di mantenimento della risposta.

Ma anche un altro risultato, non preventivato, emerse. E cioè che per i soggetti in condizione di eccitazione le vignette non sessuali risultavano meno divertenti – rispetto ai soggetti non esposti alle foto di nudi- a prescindere dalle ripetizioni. La sensibilizzazione al contenuto sessuale appariva orientare l’apprezzamento umoristico in modo sia facilitante che inibente.

Curiosa, anche perché non rituale per la ricerca, la conclusione dell’articolo di Goldstein: “Nel raccontare una barzelletta sessuale la frequente premessa che molti fanno dovrebbe essere così modificata ‘Fermami se la sai già, a meno che io non sia sessualmente eccitato”.

Goldstein Jeffrey J., Repetition,  motive arousal, and humor appreciation, Journal of Experimental research in Personality, 4, 1970, 90-94
commenti (0)

LIBRI

LIBRI - RINO CERRITELLI

"LA TERAPIA DELL'UMORISMO" di Rino Cerritelli (Ediz. Carocci, Roma Nov 2013) Tra i dieci libri per vivere meglio (consigliato da Panorama) "Un ottimo manuale da leggere tutto d'un fiato" (consigliato da Psicologicamente Ok)

LIBRI - RINO CERRITELLI

"UNA RISATA VI PROMUOVERA' " di Matteo Andreone e Rino Cerritelli (Ediz. Rizzoli Etas, Milano Sett 2012)

LIBRI - RINO CERRITELLI

"LEZIONI DI COMICITA'" di Matteo Andreone - Audino - Roma - 30 Ottobre 2013

LIBRI - RINO CERRITELLI

"MANUALE DI SCRITTURA COMICA" (step by step) di Gene Perret (autore),, Matteo Andreone (curatore), Rino Cerritelli (curatore) - Sagoma - Milano - 15 Febbraio 2015

LIBRI - RINO CERRITELLI

IL SETTIMO SENSO PSICOLOGIA DELL'UMORISMO di Giovannantonio Forabosco (Le Orme - Roma - Febbraio 2013)

LIBRI - RINO CERRITELLI

PENA DI MORTE FAI DA TE di Rino Cerritelli e Marco Posa - 42 vignette umoristiche per resistere alla legittima difesa (Amazon Media Eu S.à.r.l)